LINEA COLLI

Un tour che racconta le bellezze artistiche del nostro territorio.

Un progetto che ha richiesto le attenzioni del tempo e di tanta sperimentazione, portandoci infine a festeggiare la nascita di una linea di vini in totale equilibrio con lo spirito e la storia di questo brand; un’azienda dall’animo giovane che riconferma, con la Linea Colli, la voglia di innovazione portando con sè tutti i tesori che la tradizione ha in serbo per le storiche Cantine Silvestri.

La nuova veste del Rosso Colli Cesanese racconta la bellezza di Palazzo Sforza Cesarini a Genzano, città natale di Cantine Silvestri nel 1929. Ci siamo fatti ispirare dalla sua spettacolare facciata settecentesca e della collezione Hager Sportelli contenuta al suo interno, cui si accede attraverso uno scalone monumentale raffinatissimo.

Prosegue il nostro viaggio di gusto e cultura a spasso per i Castelli Romani. Su questa seconda etichetta del nostro Rosso Colli – Cesanese abbiamo voluto immortalare un dettaglio degli affreschi dell’appartamento del principe Gerolamo Colonna presso Villa del Cardinale, costruita nel 1629 a piccol su lago di Albano.

Entrando dentro Palazzo Sforza Cesarini, abbiamo scoperto la Collezione Hager-Sportelli: la Santa Cecilia di Onorio Marinari ha ispirato l’etichetta del nostro Rossi Colli Cesenase, dal colore rosso rubino intenso, un vino ben strutturato per un corpo importante.

Nuova tappa del nostro viaggio alla scoperta delle bellezze artistiche del nostro territorio: oggi arriviamo in uno dei luoghi più spettacolari d’Italia, Palazzo Chigi ad Ariccia. Ci siamo immaginati degustare un bicchiere del nostro Vermentino ghiacciato, seduti in una delle innumerevoli sale affrescate, mentre contempliamo il gesto raffinato di Pier Francesco Mola che ritrae “Bacco”.

Il nostro viaggio ci riporta a Genzano di Roma, dove la nostra cantina e’ nata quasi cento anni fa. Tra i tesori contenuti dentro Palazzo Sforza Cesarini, stavolta abbiamo scelto un ritratto di Elisabetta Vigée Lebrun, una delle più grandi ritrattiste del suo tempo.

Il nostro Bianco Colli Vermentino incontra i capolavori di Palazzo Chigi, dimora barocca e museo: ad ispirarci i suoi capolavori pittorici come questa stupenda opera seicentesca di Giacinto Brandi. Ma anche la sala da pranzo d’estate: affrescata in un continuum ideale con il parco sottostante ed ulteriormente impreziosita da parati in cuoio del XVII secolo, e’ stata anche set della sala da pranzo nel “Gattopardo” di Luchino Visconti.

Per il nostro Frascati DOCG Superiore torniamo su uno dei due specchi lacustri dell’area dei Castelli Romani, ospiti della stupenda Villa Del Cardinale. Ci troviamo a picco sul lago di Castel Gandolfo, immersi in un parco secolare di 4 ettari: già villa patrizia antica romana, poi casino di caccia dei principi Colonna, Villa Del Cardinale e’ un luogo che rappresenta in pieno l’eco della storia che permea il nostro territorio.

Restiamo sulle leggere note olfattive di frutta fresca del nostro Frascati DOCG Superiore, ma torniamo a Genzano di Roma e precisamente a Palazzo Sforza Cesarini. Qui ci siamo fatti ispirare dall’altro specchio lacustre del nostro territorio, il Lago di Nemi: un luogo che non ha mai smesso di affascinare i visitatori nei secoli, dalle antiche popolazioni del Lazio che qui avevamo eretto il tempio di Diana, passando dagli antichi romani e dalle celebri navi di Caligola, fino ad arrivare al Gran Tour e alle suggestioni della caccia.

Concludiamo il nostro tour alla scoperta delle bellezze nascoste del nostro territorio, i Castelli Romani, con l’ultima etichetta del nostro Frascati DOCG Superiore, ispirata allo splendore di Palazzo Chigi. Un luogo che suggeriamo caldamente di visitare: aperture e orari sono riportati sul website del Palazzo ad Ariccia.